viaggiesocial

Viaggi, fotografia e social, un legame indissolubile

Posted by

Tempo fa, quando si preparava la valigia per un viaggio e una vacanza, un qualcosa che non poteva assolutamente mancare e non ci si doveva per nessun motivo dimenticare era la macchina fotografica. Quest’ultima serviva per immortalare ricordi e momenti. Ora però, con lo sviluppo della tecnologia e dei devices, le foto possono essere fatte con smartphone, iPhone, tablet o iPad. Anche se, va detto, qualcuno rimane affettuosamente legato a quel famoso apparecchietto che tanto ci ha dato e tanto ha ricevuto. Ma, al di là di questo dettaglio, il rapporto tra viaggi e fotografia è un qualcosa di innegabile e che dura e durerà per sempre. Difficile, anche nelle nostre città, vedere turisti che non scattano davanti a monumenti. È un qualcosa di quasi automatico e naturale. E d’altronde non potrebbe che essere così. E poi, con la diffusione dei social, è nata una sorta di condivisione di questi attimi con chi è legato a noi. Una vera e propria catena virtuale che ormai non si può più spezzare.

Già i social network. Quest’ultimi possiamo tranquillamente definirli come una parte integrante della nostra vita quotidiana ed è davvero impossibile, oltre che, forse, anche un po’ stupido, negarlo.. A volte, diventa possibile, tramite essi, fare una sorta di giro del mondo, stando comodamente seduti a casa. Si può vedere in foto un qualcosa che, probabilmente, nella realtà non si vedrà mai. E allora ecco che la coppia si trasforma in triangolo. In che senso? Beh non si può più parlare soltanto di legame tra viaggi e fotografia, ma occorre aggiungere un terzo elemento, ossia i suddetti social. E se in molti, in certe situazioni, storcono il naso di fronte ai rapporti tre, questo di cui stiamo parlando sembra funzionare alla perfezione. Anzi, sembra diventare sempre più stretto e indissolubile. Si potrebbero fare molteplici esempi per confermare tutto ciò, ma basterebbe pensare semplicemente a noi stessi e a quante volte, anche durante un semplice viaggio, postiamo immagini e condividiamo un pensiero collegato a esse È un qualcosa che ormai facciamo in modo spontaneo, come se fosse quasi scontato.

Tour Eiffel, Colosseo, Fontana di Trevi, Piazza San Marco, Duomo, Arena di Verona, Madison Square Garden, Tower Bridge, Notre Dame: l’elenco dei monumenti nazionali e internazionali fotografati potrebbe davvero essere infinito e non terminare mai. Ma, sbirciando qualche curiosità e statistica, ci si rende conto che le immagini più condivise sono quelle dei parchi giochi. Infatti, al vertice della classifica dei luoghi e delle destinazioni più instagrammate, ossia pubblicate e condivise su Instagram, noto social network, vi sono i parchi targati Disney.

E non ci riferiamo solo a quello più famoso, Disneyland Paris, ma anche a quello di Hong Hong, di Shangai e a quello situato in Florida, il parco Epcot di Bay Lake. Insomma, la maggior parte delle clip e degli scatti arrivano da qui. Un dato che forse può stupire, ma che in realtà testimonia come si cerca di immortalare i momenti migliori, quelli in cui ci si diverte e non si hanno cattivi pensieri. Non è forse questa la funzione dei social network, vera e propria arma di distrazione di massa?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *