isola di pasqua

10 luoghi must da visitare nel 2017

Posted by

isola di pasqua

Si dice che la bellezza è negli occhi di chi guarda, ma nel mondo esistono luoghi che sfidano questa frase così ben intenzionata. I luoghi che andremo a descrivervi sono oggettivamente meravigliosi. In alcuni il fascino salta subito agli occhi, altri hanno bisogno di saper essere  guardati e scoperti. Immergiamoci in questa passeggiata intorno al mondo per scoprire alcuni dei luoghi toccati dalla bacchetta magica.

Luberon, Francia

In questo angolo di Provenza si respira l’aria più pura d’Europa. Luberon affascina i viaggiatori per l’alternanza dei pendii scoscesi delle montagne, le terre rosse dalle tonalità calde, i profumati campi di lavanda che si perdono all’orizzonte, i vigneti, le grandi distese di erbe aromatiche. E ancora i castelli e i villaggi arroccati, i mercati d’antiquariato come L’Isle-sur-la-Sorgue, gli ateliers di artisti come Cézanne. In questo posto ci si sente come il protagonista di un film di Louis Malle e Eric Rohmer. Concedetevi una visita a Gordes, Ménerbes, Roussillon o Venasque e chiedete un bicchiere di vino nella piazza del paese. E’ impossibile viaggiare in questo posto senza lasciarsi sfuggire un “in un’altra vita mi piacerebbe vivere qui“.

Oslo, Norvegia

Oslo è una città che conserva la sua bellezza solo per chi la sa scoprire, popolata di persone sane e belle e di una vita culturale tanto discreta quanto interessante. E’ il luogo ideale per godersi l’architettura contemporanea.

Imperdibile una passeggiata attraverso l’ Operahuset, progettata dallo studio di architettura nazionale, Snøhetta, una visita ad Aker Brygge e all’ Astrup Fearnley Museum o all’hotel The Thief progettati da Renzo Piano. Oslo è la città di Munch, con il museo a lui intitolato, orgoglio dell’intera nazione.

Da scoprire il quartiere Grünerløkka, situato a est del fiume Akerselva, volto bohemienne e culturale di Oslo, convertitosi, da antico quartiere operaio in un posto alla moda, con caffè, negozi e gallerie. Un mix di stile nuovo e antico. La presenza del fiordo rende la capitale norvegese ancora più attraente.

Lago Lomond, Regno Unito

Un lago è obbligato a nascondere leggende e miti. Un lago è a metà strada tra il mare, la piscina e il fiume, quindi è impossibile trovarsi vicino ad uno senza innamorarsi della sua bellezza. Non esistono “laghi brutti”.

Il Lomond, situato tra Edimburgo e Glasgow, è uno dei più belli d’Europa. Era la destinazione prediletta della borghesia e dell’aristocrazia durante la prima metà del ventesimo secolo.

Conserva ancora oggi il suo fascino elegante e tutto intorno sorgono alberghi e bed & breakfast per coloro che vogliono ammirare la sua bellezza. Uno dei più suggestivi villaggi della Scozia, Luss, si trova proprio qui.

Isola di Pasqua, Cile

Nessuno è in grado di capire il significato della parola “distanza” fino a quando, con i capelli arruffati dal vento, si trova di fronte un moai. Raggiungere l’Isola di Pasqua è difficile, ma il viaggio funziona come un filtro: ci va solo chi veramente lo ha desiderato per tanto tempo. Pertanto, quest’ isola della Polinesia, appartenente al Cile, è piena di gente felice di stare dove sta. L’occupazione principale, sull’Isola di Pasqua, è cercare di scoprirla e capirla. Questo posto è pieno di moai, sculture monolitiche e intriganti. Ve ne sono centinaia. Partire alla loro ricerca è una scusa per esplorare l’isola, in cui si alternano vulcani e spiagge dalle acque turchesi.

Val d’Orcia, Italia

Questa valle appartiene all’area più autentica della regione. La Val d’Orcia è il luogo ideale per godere di tutto ciò che ci si aspetta dalla Toscana: vigneti, borghi incorniciati da file di cipressi, ville in pietra, vestigie romane e rinascimentali … ma senza le orde di turisti presenti nel resto della regione. E’ qui che si rifugiano gli italiani per assaporare al meglio la “dolce vita”. Il cibo e le bevande sono essenziali in mezzo a tanto benessere. E’ la zona di Montepulciano, famosa per i suoi vini. Ogni cosa in questo posto risveglia i sensi, tutti e cinque.

Isole Azzorre, Portogallo

Tutti pensano di essere in grado di distinguere le diverse tonalità di verde o blu … fino a quando non si arriva alle Azzorre: 9 isole color smeraldo inserite nel bel mezzo dell’oceano Atlantico, uno degli ultimi paradisi naturalistici d’Europa. Trovarsi su queste isole è come sentirsi in mezzo al nulla, tra Europa e America. Ogni isola ha una sua personalità. São Miguel e Terceira sono le più visitate. Qui sorgono villaggi di pescatori, un’architettura coloniale, spiagge, montagne, piscine naturali e alberghi eco. Due curiosità: alle Azzorre vi sono campi di tè (sembra di essere in Asia) ed uno dei bar più famosi al mondo: il Café Peter Sport, che si trova a Horta, sull’isola di Faial. La vita qui ondeggia al ritmo del mare e delle leggende dei marinai.

Sifnos, Grecia

Le Cicladi sono un arcipelago ricche di storia e fascino. Qui si trova Sifnos, la più conosciuta dalla gente del posto e poco dagli stranieri. Vi sono tanti buoni motivi per trascorrere qualche giorno in questa incantevole isola. Su di essa sorgono ben 365 chiese, alcune piccole, ma tutte molto belle; calette, spiagge e ristoranti dove si può mangiare con i piedi in acqua.

E ancora il monastero Chrisopigi lungo la riva del mare. A Sifnos la vita è semplice: l’unica aspirazione e godersela a pieno a tutte le ore.

Kyoto, Giappone

Sedersi ad ammirare giardini in pietra, dormire in un Ryokan con la luce fioca, montare in bicicletta e attraversare antichi ponti, mangiare qualcosa seduti sul Maruyama-Koen Park, passeggiare tra i templi e le chiese. Perdersi tra le strade di Byodoin Omotesando, Isetan e le sue aree gastronomiche. Queste sono solo alcune delle attività che si possono fare a Kyoto, città assolutamente da visitare quando si viaggia in Giappone. Se Tokyo è rumore, Kyoto è  silenzio. Se Tokyo è il futuro, Kyoto è il passato e il presente. Come il resto del Giappone, dà al viaggiatore la sensazione di trovarsi in qualche strano pianeta piuttosto che sulla terra. Ecco perché è così affascinante.

Saimaa, Finlandia

Questo lago, non è un vero lago. E’ un labirinto. Ed in questo labirinto si trovano dieci, cento, mille isole. Il lago Saimaa è il più grande della Finlandia ed il quinto d’Europa. E’ quel luogo che possiamo immaginare quando pensiamo ad una capanna, un molo, un bagno rivitalizzante, una buona zuppa di salmone, una pelle liscia e tersa. Intorno al lago Saimaa e le sue città (Mikkeli, Savonlinna, Anttola) esiste uno stile di vita tutto particolare.

Qui tutto è tranquillo e silenzioso. È possibile acquistare oggetti d’artigianato e design, andare all’opera (qui si svolge il popolare Festival di Savonlinna), dormire in capanne dall’architettura contemporanea, degustare ottimi vini, come quello ai frutti di bosco.

Il piano perfetto è quello di affittare una capanna e lasciarsi andare. C’è solo un pericolo: la pace e la tranquillità creano dipendenza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *