Yakutsk, la città più fredda al mondo

Siberia: 8 curiosità su uno dei luoghi più freddi del pianeta terra

Posted by

Siberia: è una parola che tutti conoscono. Ma allo stesso tempo la Siberia rappresenta un enigma per molti viaggiatori. L’unica cosa che tutti sanno con certezza è che uno dei luoghi più freddi del pianeta. E ciò, in parte, è vero. Ci sono molte cose che è bene sapere di questo posto tanto famoso.

Se siete interessati a intraprendere un viaggio nella “terra che dorme”, partite insieme a noi alla scoperta delle curiosità di questa speciale regione geografica.

Dimensioni. La Siberia non è solo una regione della Russia: ne copre ben il 75% della superficie considerato che si estende su 13,1 milioni di km quadrati. Un territorio enorme, ma poco abitato: si contano infatti 3 abitanti per km quadrato. Si tratta più che altro di un luogo metaforico, un insieme formato da diverse regioni. Ian Frazier nel libro Travels In Siberia, spiega che non esiste entità politica o territoriale in Russia che porti l’effettivo nome di Siberia.

Clima. La vita è molto dura in Siberia. Durate l’inverno la temperatura può toccare i -60° C. Le estati sono tiepide, ma brevi. Nella zona più a nord della regione la durata del giorno varia dalle 21 ore di metà luglio, alle 3 ore di dicembre.

Yakutsk, la città più fredda sulla Terra. La temperatura media del mese di gennaio è di circa -42 °C e vi sono solamente 3 ore di luce solare al giorno. In alcuni villaggi la temperatura arriva a -47 °C. Durante d’estate sale fino a 30°C.
Yakutsk fondata nel 1632 dai cosacchi è situata a 5.000 km da Mosca.
Nonostante le dure condizioni climatiche, conta con una popolazione di 270.000 persone: tuttavia nelle zone più fredde e durante l’inverno, non riescono a viverci più di 1.000 persone.

La Transiberiana, la ferrovia più lunga del mondo. Si estende da Mosca a Vladivostok, lungo 9.198 km, e ci vuole una settimana intera per percorrerla tutta. L’intero percorso attraversa sette fusi orari, 87 paesi e città e 16 grandi fiumi. In totale il treno effettua 1000 fermate!

Il vulcano Klyuchevskaya Sopka. Si tratta del punto più alto della Siberia situato nella penisola della Kamčatka. Il Klyuchevskaya Sopka rappresenta un luogo sacro per gli abitanti della regione i quali sono convinti che in questo posto si sia originata la Terra. Il vulcano è alto 4.750 metri, poco meno del Monte Bianco.

La repubblica di Buriazia. Rappresenta uno dei luoghi segreti della Siberia. La Buriazia è una regione montuosa a cinque fusi orari est di Mosca. Si tratta di una Repubblica buddista in cui la religione è praticata dal 60% degli abitanti e presenta un complesso di templi situati nei pressi della capitale Buryat. Nel 2013 Putin ne ha visitato uno per incontrare Itigilov, un vecchio lama che avrebbe 163 anni e che vive in uno stato di profonda meditazione. I buriati, in passato anche chiamati Braty o Bratskie, con una popolazione stimata in 436.000 unità, rappresentano la più grande minoranza etnica della Siberia.

Lago Baikal. Chiamato anche “Il Mare” o “Il Vecchio Uomo”, è stato proclamato patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1996. E’ situato nella Siberia orientale ed è il più profondo del mondo (1.642 metri). Contiene circa il 20% di tutta l’acqua dolce del pianeta ed è uno dei laghi più ricchi di biodiversità con 1.340 specie di animali (745 endemiche) e 570 specie di piante (150 endemiche). Da gennaio ad aprile il ghiaccio del lago è così spesso che è possibile attraversarlo anche con mezzi pesanti, come automobili, camion e jeep. Sulle sue rive sorgono templi buddhisti e sciamanici di influenza tibetana, chiese russo- ortodosse e perfino battiste.

I Gulag. In Siberia si trovavano molti dei Gulag, i campi di concentramento sovietici destinati ai prigionieri politici. Alcuni sono ancora in funzione: nella città di Krasnokamensk è stato prigioniero l’uomo d’affari Mikhail Khodorkovsky dal 2005 al 2015.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *